Giancarlo Amadori, il custode della vigna


Giancarlo Amadori (il secondo da destra nella foto) è parte integrante della famiglia de La Pace di Monte Canneto, rappresenta la dedizione assoluta a Gaia, la potenza divina della Terra. Da maresciallo della Guardia Forestale, con responsabilità di comando nei territori di Faenza e Brisighella, a pensionato impegnato come Nostromo nella vita di ciurma di Monte Canneto.

Per chi ha dimestichezza con le cose marine sa che il nostromo è colui che conosce a fondo la nave e gli uomini dell’equipaggio; il suo parere è fondamentale per il governo della nave stessa. Senza di lui non si naviga. Così è a Monte Canneto: senza Amadori non si fa nulla o quasi.

Molte sono le somiglianze fra la vita in mare e la vita nei campi, anche se per Giancarlo vivere all’aria aperta, tra i monti e le campagne, è quella che più lo aggrada. Di lealtà e correttezza estrema lo si direbbe un uomo di antico stampo: un galantuomo di campagna, di poche parole e di grandi costrutti: è la quintessenza della civiltà rurale. Se Alessandro Molinari Pradelli è il teorico della vendemmia, Giancarlo è il custode della vigna di Sangiovese del Ronco del Suffragio.

Soprattutto è colui che governa la natura stessa del terreno, colui che osserva il crescere bizzarro degli ulivi, lo scaturire dal terreno delle piante officinali e il crescere degli alberi da frutto per la produzione delle nostre confetture. Sotto la sua severa direzione agisce con ammirevole tenacia El Jahidi Abderrazak - chiamato Abrazak (al centro nella foto) - marocchino vero, musulmano convinto e tradizionalista rigoroso. Figlio della cultura rurale del deserto che circonda Marrakech, con la presenza di Abrazak a La Pace di Monte Canneto si completa una esperienza sapienziale del Mediterraneo.

giancarlo amadori

Blog Search

Newsletter

Aggiornamento mensile su novità, eventi, promozioni e tutto quello che ci coinvolge! Non perderai nessun evento o nostra iniziativa.

Contattaci

Il Noi


A cura di Enrico Gurioli
Sono in prestito al mondo rurale per merito della Dea Fortuna.
Da giornalista scrittore a contadino. Dalla penna alla zappa.
E questo, per me, si sta rivelando un grande insegnamento.

Idee in esercizio


A cura di Enrico Gurioli
Novità, ricette, curiosità, eventi e tanto altro!
SCOPRI COME ANCHE TU TI INNAMORERAI
DELLA NOSTRA TERRA E DEI NOSTRI PRODOTTI

Prodotto da: La Pace di Monte Canneto, Società Agricola in Brisighella - Via del Suffragio, 21 - 48013, Fognano (Ra) Italy - P.I./C.F. 02417390396
Distribuito da: Regulus S.r.l. - Via Cristoforo Colombo, 21 - 40131, Bologna Italy - P.I. 03417060377 - Privacy e cookie
Credits